1° MAGGIO : IL PD LAVORA PER IL LAVORO

GIOVEDI’ 1° MAGGIO – ORE 10,30 – VILLA COMUNALE BACOLI
PRESIDIO DEMOCRATICO
mobilitazione e volantinaggio delle proposte del PD di Bacoli (http://bacoli2punto0.blogspot.it/2014/01/senza-diritti-non-c-e-vero-lavoro.html)

per un LAVORO GIUSTO, ONESTO E SICURO :

  • creazione di UNITA’ SPECIALI composte di Ispettori del Lavoro, Medici della Prevenzione, Forze dell’Ordine con funzioni di controllo sui luoghi di lavoro per verificare la regolarità contributiva e per l’emersione del lavoro nero, sottopagato ed insicuro ;

per CREARE LAVORO :

  • nuove licenze / concessioni e sgravi sulle tasse comunali solo agli imprenditori che presentano un adeguato piano di investimento ed assumono più giovani del territorio ( FISCALITA’ DI VANTAGGIO ) ;

per un LAVORO che LAVORA BENE e MOLTO :

  • creazione di un OSSERVATORIO SUL LAVORO formato dai rappresentanti dei lavoratori, dei precari, degli studenti, dei disoccupati con funzione di MONITORAGGIO e PROMOZIONE ed apertura di uno SPORTELLO DI ASCOLTO e SUPPORTO gratuito ;

per un LAVORO che TUTELA i LAVORATORI :

  • creazione di un ALBO COMUNALE DELLE FORME CONTRATTUALI .

NUOVA POLITICA E POLITICI NUOVI : IL PD DI BACOLI PROPONE GEMELLAGGI PER IL CAMBIAMENTO

Il PD di Bacoli apre un percorso comune con gli altri Circoli per costruire insieme un “nuovo modo di fare politica” ( http://www.bacoli2punto0.it/un-nuovo-modo-di-fare-politica-venerdi-l-assemblea-anno-nuovo-bacoli-nuova/ ) che parta dai territori e per far emergere dal “basso” una nuova classe dirigente capace di riempire i vuoti del passato e vincere le sfide del presente. Prima tappa, una lettera ai democratici di Pomigliano d’Arco, cui seguiranno altre ai nostri concittadini flegrei.



<< Al Coordinatore Circolo PD Pomigliano d’Arco ;
Alle Democratiche ed ai Democratici Circolo PD Pomigliano d’Arco ;
Carissimi,
il nostro impegno politico è segnato dalla comune consapevolezza che il PD rappresenti quella opportunità di cambiamento cui le nostre generazioni si aggrappano per non emigrare. 
Al tempo stesso, siamo convinti della necessità di superare le contrapposizioni e gli errori del passato, attraverso un profondo rinnovamento del nostro Partito che parta dal “basso” e dal territorio, perché diventi la casa comune dei progressisti del nuovo millennio. 
E’ singolare come i nostri due Circoli abbiano inteso sviluppare questo nuovo modo di fare politica attraverso iniziative concrete e partecipate per molti aspetti simili. Ci riferiamo alle “battaglie” per la riappropriazione di spazi sociali nei quartieri più degradati delle nostre città, luoghi d’aggregazione per giovani e cittadini che si sentono abbandonati dalle istituzioni. In questa direzione, l’azione della Vostra Brigata “Felice Sodano” per il Parco Nicholas Green s’incrocia al nostro sostegno alla lotta popolare per la riapertura della pista ciclabile intorno il lago Fusaro che oggi è minacciata di chiusura dalla locale Amministrazione di Centro-Destra (altra analogia), tentativo che siamo riusciti a sventare con una decisa e tempestiva azione di lotta.
Riteniamo, quindi, che il PD di Bacoli e di Pomigliano d’Arco siano già nei fatti accomunati nelle proprie battaglie per le proprie Città, e che tale “sentire comune” possa porsi su più solide basi così da dare anche un segnale importante di “risveglio” agli altri Circoli democratici. Ragion per cui Vi proponiamo un gemellaggio tra i nostri due Circoli, fondato proprio sulla ricerca comune di un “nuovo modo di fare politica” e sulla necessità di una nuova classe politica per il Centro-Sinistra – unico modo per fronteggiare il “pensiero unico” della Destra ed il populismo grillino – che il PD deve cominciare a sviluppare dai territori. 
In attesa di una Vostra risposta alla quale, qualora sia positiva, seguiranno momenti d’incontro per strutturale tale percorso, vi salutiamo con la convinzione che la collaborazione tra noi Democratici di Bacoli e di Pomigliano d’Arco possa segnare la riscossa del PD e delle Nostre Città. Crediamoci, perché insieme possiamo farcela.
Bacoli, 26/04/2014                                                               
La Segreteria Circolo PD Bacoli >>

INCONTRO SULLA PISTA CICLABILE DEL FUSARO: ” NESSUNA VOLONTA’ DI CHIUDERE LA PISTA “

Grazie alla mobilitazione degli “Amici della Pista” che accompagnati e sostenuti dai consiglieri democratici, hanno occupato gli uffici del “Centro ittico campano” (http://www.bacoli2punto0.it/cittadini-e-consiglieri-pd-occupano-il-centro-ittico-la-pista-del-fusaro-non-chiudera/), il 24/04/2014 si è finalmente tenuto un incontro con il Sindaco, l’Amministratore del CIC, i consiglieri PD Francesco Macillo, Carlo Giampaolo, Nicola Castaldo ed una delegazione di comitati civici, in merito la pista ciclabile del Fusaro.

Dall’incontro sono emerse ancora divergenze in merito le responsabilità del bene in questione. Ad ogni modo, è stato un primo passo (che i cittadini chiedevano da giugno 2013) in cui sono state discusse le istanze dei movimenti e rappresentate con maggiore chiarezza, le posizioni delle parti in causa, tra le quali il Comune ha più volte e con forza ribadito “nessuna volontà di chiudere la pista”, impegno questo che rimane un punto fermo e cardine dell’intera vicenda.

Un primo passo dunque cui ora dovranno seguirne altri e di concreti per sviscerare gli altri e diversi aspetti della problematica.

Di seguito il verbale della riunione ed i punti concordati tra il PD di Bacoli, le Associazioni, i cittadini.

VERBALE DELL’ INCONTRO

Verbale, 1 di 2
Il giorno 24 aprile 2014 alle ore 11,15 presso le sale del Centro Ittico Campano s.p.a si sono riuniti il sindaco di Bacoli, l’Amministratore del CIC, il segretario del PD, tre consiglieri comunali del PD, un rappresentante di associazioni ed altri cittadini interessati alla fruizione degli spazi da cui si accede dal cancello secondario del Fusaro.

Il Sindaco d Bacoli rispetto ad un socio privato, premette innanzitutto che ove mai nell’ambito dell’utilizzo del bene si esemplifichino manifestazioni od eventi che prevedano biglietti od introiti non può assolutamente utilizzarsi il bene gratuitamente ma deve rientrare in un rapporto negoziale temporaneo a titolo oneroso con il CIC. Il Sindaco esprime la propria ampia possibilità a che i cittadini fruiscano gratuitamente del bene per motivazioni di tipo sociale e di svago. Per quanto attiene a manifestazioni a farsi, il Sindaco ribadisce che la fornitura di energia elettrica, successiva alle necessarie autorizzazioni, deve avvenire previa sottoscrizione di contratto temporaneo all’ENEL.

Verbale 2 di 2
Il Sindaco prende la parola ed esprime nessuna volontà di chiudere la pista e rappresenta la necessità di concordare con l’ufficio legale del Comune le soluzioni più opportune (…) ad eventuale sottoscrizione di un documento con le associazioni che ne fanno richiesta. Invita altresì l’Amministratore del CIC a predisporre apposita manifestazioni d’interesse per un eventuale controllo del bene (sponsorizzazioni); suggerisce all’Amministratore del CIC di verificare che le associazioni che ne facciano richiesta siano munite di apposita polizza assicurativa per danni a terzi.

In merito, i consiglieri del PD chiedono di allegare il proprio documento “punti per la pista ciclabile del Fusaro”; si precisa che i consiglieri rispondono ai nomi di Macillo, Giampaolo, Castaldo, e chiedono che la polizza assicurativa a tutela dei fruitori della pista e delle associazioni che svolgono attività di volontariato sia a carico del CIC e del Comune. Il Sindaco ribadisce che chiunque voglia svolgere attività sul bene deve munirsi di preventiva polizza.

In conclusione si ribadisce la volontà di un tavolo tecnico-giuridico per valutare la problematica, cosa da farsi ad horas.

PUNTI PER LA PISTA CICLABILE DEL FUSARO :
A seguito dell’impegno profuso da maggio 2013 dalle associazioni e dai cittadini che hanno aperto, pulito, reso e manutenuta fruibile fino ad oggi la pista ciclabile del Fusaro ; il Comune di Bacoli ed il “Centro ittico campano”, quali titolari dei beni in oggetto:
1 – provvederanno al diserbamento, alla pulizia, alla rimozione dei rifiuti, incoraggiando l’eventuale e volontaria disponibilità delle scuole, delle associazioni, dei cittadini a tenere giornale ecologiche ;
2 – vigileranno su quanto avviene nella pista, reprimendo eventuali illeciti (pesca di frodo, transito di cavalli e motoveicoli, ecc) anche attraverso l’istallazione di un sistema di videosorveglianza agli ingressi, da realizzarsi con finanziamenti pubblico/privati ;
3 – sosterranno eventuali eventi e spettacoli – secondo un calendario da concordarsi tra il CIC/Comune e le associazioni già operanti ed altre che intendessero operare in loco – nella pista, nelle aree adiacenti, in piazza Rossini, esentando tali iniziative da oneri finanziari (vedi attuale delibera consiliare n. 4 del 04/02/2010) e fornendo gratuitamente l’acqua corrente e l’energia elettrica, fatto salvo il gratuito e libero passaggio nelle suddette aree ;
4 – riconosceranno – previa autorizzazione e collaudo a norma di legge – gli attuali e futuri interventi migliorativi realizzati nella pista e nelle aree adiacenti, da associazioni ed imprenditori privati, assumendosene poi l’uso.

CITTADINI E CONSIGLIERI PD OCCUPANO IL CENTRO ITTICO: LA PISTA DEL FUSARO NON CHIUDERA’

foto di PAOLO VISONE
Pubblichiamo il comunicato diramato dalle Associazioni e dai Cittadini circa l’iniziativa di stamattina che ha impedito la chiusura della Pista Ciclabile del Fusaro.

foto di PAOLO VISONE
<< L’immediata e forte presa di posizione di stamattina ha impedito la paventata chiusura della pista ciclabile del Fusaro. Alle ore 9, i rappresentanti del Coordinamento delle Periferie e di “Oltre L’Averno” ed i cittadini “Amici della Pista”, accompagnati e sostenuti dal PD di Bacoli e dai consiglieri comunali Carlo Giampaolo, Francesco Macillo, Ciro Mancino, hanno occupato per oltre due ore gli uffici amministrativi del “Centro ittico campano”. L’occupazione è terminata solo con la revoca del precedente ordine di chiusura dei cancelli di piazza Rossini e la convocazione, a seguito di diverse telefonate fatte sul momento e dinanzi gli occupanti, di un incontro per domani 24/04/2014 tra Sindaco, Presidente del CIC, cittadini per definire natura e “modalità di gestione” del percorso ciclo-pedonale del Fusaro. Dopo quasi anno, finalmente qualcosa si muove. La lotta paga, sempre. >>

foto di PAOLO VISONE
Un passo importante quello di stamattina che non si sarebbe potuto raggiungere senza una tempestiva e decisa azione da parte di politica, associazionismo, cittadinanza attiva che ha vinto l’immobilismo comunale e la scellerata decisione di chiudere i cancelli di piazza Rossini.


foto di PAOLO VISONE
Come PD che da maggio 2013 appoggia con forza e concretamente la lotta dei cittadini, e quest’oggi era insieme a loro senza pretese d’egemonia o di strumentalizzazione, ci faremo portavoce di una “modalità di gestione” del percorso ciclo-pedonale diversa da quella fallimentare dell’ultimo decennio, una modalità capace di valorizzare il sito e creare occupazione (specialmente per i giovani) sul territorio.

PISTA CICLABILE FUSARO: DOMATTINA TUTTI AI CANCELLI PER IMPEDIRNE LA CHIUSURA


La notizia che nessuno avrebbe mai voluto apprendere, sembra oramai realtà: il “Centro ittico campano” ha ordinato dal 23/04/2014 la chiusura della pista del Fusaro. 

Pista ciclabile che realizzata con oltre 5 milioni di fondi europei, era stata abbandonata al degrado ed ai vandali dal Comune e dal “Centro ittico campano” che l’avevano tenuta chiusa dal 2006 nonostante da ultimo la delibera consiliare n. 04 del 04/02/2011 proposta dal PD e votata all’unanimità, disponesse l’immediata apertura dei cancelli in piazza Rossini. 

Pista ciclabile che i partiti del Centro-Sinistra, le associazioni civiche, tanti cittadini nel maggio-giugno 2013 hanno aperto e reso fruibile, ottenendo finanche il 05/08/2013 l’agibilità dai tecnici del “Centro ittico campano”.

Pista ciclabile sulla quale da quasi un anno, nonostante incontri e segnalazioni, il “Centro ittico campano” non ha voluto assumersi responsabilità salvo ora ricordarsi di chiuderla ai cittadini che quotidianamente la frequentano e ne hanno fatto un luogo d’aggregazione sociale e sportiva (praticamente altrove inesistenti). 

Come un anno fa nella vittoriosa lotta segnata dal motto “Arapit stì Canciell”, il PD di Bacoli è adesso in prima linea per impedire l’attuazione di questa scellerata decisione e senza aspettare incontri istituzionali, ha già mobilitato i propri referenti parlamentari e regionali, e sarà presente al presidio spontaneo di domani 23/04/2014 alle ore 9,00 in piazza Rossini.

Tra i cittadini, accanto i cittadini, per ribadire che la pista ciclabile del Fusaro non chiuderà !