PIANO DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA : DISPARITA’ TRA AREE – PD PRESENTA EMENDAMENTO PER SUPERARLA

acusticoArriva nel consiglio comunale di stasera, il “Piano di zonizzazione acustica” , un indispensabile strumento di pianificazione del territorio previsto dalla Legge quadro 447/1995 per disciplinare livelli e modalità delle emissioni acustiche ma da cui derivano importanti risvolti per la vita dei cittadini e le stesse attività imprenditoriali.

La proposta, ben fatta e condivisibile nei suoi aspetti tecnici, non manca però di chiaroscuri nelle scelte politiche che l’attuale Amministrazione vi ha impresso.

Anzitutto, tra gli allegati al Piano, quello denominato “Valutazione ambientale strategica” va al di là della disciplina delle emissioni ma “prevede scelte di natura politica in merito la pianificazione del territorio, senza che questo sia stato discusso in alcuna sede e senza essere collegato al PUT o al PUC che tutt’oggi ancora devono essere portati in Commissione” di cui da un anno e mezzo, il PD chiede la convocazione senza alcun riscontro.

Nello stesso “Regolamento acustico d’attuazione” tuttavia ad una “rigorosa e puntuale disciplina” della materia, riscontrabile nei primi capitoli, segue poi “una troppa generica e lasciva deregolamentazione quando nella definizione di “attività rumorosa temporanea” arriva a comprendere un po’ tutto” rendendo confusa o inutile la distinzione tra “attività rumorose temporanee” e no .

movidaIl punto saliente della questione è però la scelta, una scelta d’indirizzo quindi una scelta politica, di dividere il territorio in due aree dal differente se non contrapposto regime: Spiaggia Romana e Miliscola da una parte, ed il resto del mondo dall’altra. Da una parte, infatti, si decide che le emissioni acustiche debbano terminare a mezzanotte o il venerdì ed il sabato, all’una di notte; dall’altra, a Spiaggia Romane e Miliscola, questo limite si sposta all’una ed alle tre di notte nei week-end. Da una parte, le “serate musicali” non possono essere più di 4 al mese; dall’altra, a Spiaggia Romane e Miliscola, 10 al mese. Da una parte, le eventuali autorizzazioni in deroga ai limiti, durano tre mesi; dall’altra, a Spiaggia Romane e Miliscola, un anno.

Una vera e propria disparità sul territorio che creerebbe, se attuata “1) una disparità di trattamento tra gli operatori del settore, agevolandone alcuni e penalizzandone altri; 2) gravi disagi per i cittadini di Cuma-Fusaro e di Miliscola, costretti a subire emissioni sonore per più ore e per più giorni; 3) crescenti problemi di ordine pubblico e di traffico dato che le individuate zone “agevolate” saranno oggetto di un maggior flusso di automezzi benché insistano in aree prive di parcheggi e di vie di fuga (vedi la strettoia del Gavitello)”.

Infine Cappella, dove, con il blitz del sindaco Francesco Paolo Iannuzzi nel 2010, è stato dirottato il traffico veicolare pensante diretto a Monte di Procida. E’ stato proprio il PD nella Commissione “Ambiente” a sottolineare che mentre il Piano di zonizzazione montese classifichi viale Olimpico a basso impatto acustico, i rilievi commissionati dal Comune di Bacoli, ne stimano invece un alto livello. La versione finale del Piano però non fa scelte in merito, rimanendo in sospeso la vicenda.

Alla luce di quanto, “ritenuto di dover tutelare i diritti degli imprenditori a pari condizioni di lavoro e quelli dei cittadini di poter riposare” , il Gruppo consiliare PD proporrà :

  • lo stralcio della “Valutazione ambientale strategica” dal Piano” ;
  • una più selettiva e precisa definizione delle “attività rumorose temporanee” tale da evitare ogni onnicomprensiva interpretazione” ;
  • l’abolizione di ogni differenza tra aree, prevedendo che le emissioni, sia per le attività stabili sia per quelle temporanee, termino non più tardi, nel periodo estivo, dell’una di notte o delle due il venerdì ed il sabato ;
  • l’impossibilità di deroghe al regolamento ;
  • l’inserimento di Viale Olimpico nella classe IV ovvero “aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali” .

CONSIGLI COMUNALI FARSA : PD PRESENTA ESPOSTO A PREFETTO E PROCURA

consiglio comunale flashGiusto come promemoria .

Interi mesi senza una commissione o un consiglio comunale .

E poi un consiglio comunale con decine di argomenti , racimolati ammassando le mozioni dell’opposizione rimaste nel cassetto presidenziale talvolta per anni interi , quando il termine ultimo , fissato dal regolamento , è di non oltre un mese .

Una convocazione straordinaria su di un importantissimo tema , il rischio vulcanico e sismico , chiesta dal PD ( http://www.bacoli2punto0.it/zona-rossa-e-bacoli-centro-sinistra-chiede-un-consiglio-comunale-sul-rischio-vulcanico/ ) e che dopo oltre un mese ancora deve tenersi , superando il perentorio termine di venti giorni fissato dallo Statuto comunale .

esposto PD a Procura e Prefettura

E nel recente passato le cose non andavano meglio .

Correva l’anno 2010 : durante il consiglio comunale , importanti documenti sul ” Centro ittico campano ” messi agli atti della seduta in corso , venivano pochi istanti dopo riconsegnati alla maggioranza , negati all’opposizione , cancellati dal verbale .

Correva l’anno 2010-13 : i consigli comunali proseguono oltre la mezzanotte – termine fissato dal regolamento – e finiscono anche dopo l’una di notte per votare a ” colpi di maggioranza ” le proprie mozioni – nascoste all’opposizione – sul ” Centro ittico campano ” … sempre lui … il “Centro ittico campano” …

Correva l’anno 2013 : i consigli comunali iniziano dopo ore di ritardo , quando invece il regolamento stabilisce il rinvio dell’assise se entro un ora dalla convocazione manchi ancora il numero legale .

Correva l’anno 2014 : siamo all’oramai famoso “ Consiglio degli 8 punti in 8 minuti ” ( http://www.bacoli2punto0.it/consiglio-flash-8-punti-in-8-minuti-offese-istituzioni-e-cittadini/ ) , il consiglio comunale urgente senza urgenza , senza preavviso , senza discussione , senza opposizione , senza pudore !

consiglieri pdA ciò si sono ridotte le istituzionali locali sotto questa Amministrazione che piega le regole della democrazia secondo il proprio vantaggio . Da questa incresciosa realtà ” se ne deduce una palese abdicazione dell’attuale Presidenza del Consiglio Comunale dal suo ruolo d’imparzialità , e del Segretario Comunale da quello di garante della legge , dello Statuto , dei regolamenti locali ” e ne deriva ” una profonda limitazione dei diritti dell’opposizione che nei fatti è messa nell’impossibilità di esercitare il proprio mandato ” .

Per questo , dopo una prima missiva dello 08/07/2011 , i consiglieri comunali PD sono tornati a denunciare a Prefetto e Procura di Napoli questo stato di cose , protocollando il 26/01 un esposto in cui chiedono ” alle Autorità di prendere le determinazioni del caso , consapevoli che con il crescente clima di campagna elettorale , tali atteggiamenti d’inciviltà politica non potranno che perpetuarsi in maniera ancora più becera e plateale ” .

Ed abbiamo detto tutto .

VILLA FERRETTI : POTREBBE NON AVERE IL COLLAUDO

DSCN4237In una stanza mezza vuota, in cui spiccavano le assenze della Regione, il consigliere regionale Antonio Amato (presidente della Commissione per i beni confiscati) ha incontrato sindaco e responsabili del comune di Bacoli circa la tormentata vicenda di Villa Ferretti, rispondendo alla solitaria richiesta venuta dal PD ( http://www.bacoli2punto0.it/villa-ferretti-e-sito-bellavista-il-26-audizione-commissione-beni-confiscati-camorra/ ) .

DSCN4206L’Amministrazione ha dovuto esordire con una notizia che ha raggelato l’ottimismo di qualche mese fa ( http://www.bacoli2punto0.it/cosa-sara-di-villa-ferretti-pd-presenta-interrogazione/ ) . Il sindaco ha comunicato che il collaudatore potrebbe non rilasciare il collaudo amministrativo a Villa Ferretti, impedendone l’apertura. Una notizia che lascia l’amaro in bocca e profila un futuro complicato e soprattutto remoto per questo bene confiscato alla camorra nel 1995 grazie all’impegno dell’allora giunta Illiano ( http://www.bacoli2punto0.it/la-verita-su-villa-ferretti-sopralluogo-commissione-beni-confiscati/ ) .

DSCN4233PD e SEL , uniche forze politiche presenti all’incontro , il cui obiettivo è l’immediata fruizione del sito ed una gestione con ricadute occupazionali per i giovani, hanno denunciato tale situazione e chiesto un Consiglio comunale monotematico in cui la cittadinanza sia messa a conoscenza di come sono stati sperperati i propri soldi. Pronta la relazione del collaudatore, il sindaco si è impegnato a predisporre una delibera di giunta condividendola prima con la Commissione regionale, gli enti interessati, le forze politiche, per poi riferirne all’Assise consiliare. Tale delibera servirebbe ad indicare gli interventi necessari ad ovviare alle criticità del collaudatore, interventi per i quali però bisognerà trovare dei fondi salvo cominciare un lungo contenzioso con l’attuale ditta. Recepito anche l’altro impegno chiesto dal Centro-Sinistra, che cioè tutti gli atti siano mandati alla Procura ed all’Autorità Nazionale Anti-Corruzione diretta dal magistrato Cantone.

DSCN4213Sul Parco, situazione può “rosea” ma solo per modo di dire. Il sindaco ha riferito che i lavori sono ripresi e termineranno entro un mese e mezzo sempreché la Regione storni le rate di pagamento. Inoltre il RUP ha riferito di come una mareggiata, nel novembre 2014, ha seriamente danneggiato l’ingresso al Parco che rischia di divenire inaccessibile a seguito di una nuova ondata di maltempo. Per la barriera frangiflutti, invece, il sindaco ha riferito dell’accordo con l’università “Parthenope” per trovare soluzioni di protezione dall’erosione del mare. In ambo i casi, servo ancora fondi che scarseggiano.

DSCN4225Nonostante il clima istituzionale, è quantomeno necessaria una valutazione politica di quanto avvenuto negli ultimi anni. Il sindaco ha infatti dichiarato di aver ereditato una situazione critica. Suona strano da parte di chi rappresentata il Centro-destra che ha per quindici anni governato Bacoli e “protetto” proprio quei tecnici sui quali adesso si vogliono scaricare tutte le responsabilità. Troppo comodo, troppo semplice, troppo facile. Ma diversamente da quanto si pensa, i cittadini sono giudici attenti e dalla memoria lunga …

VILLA FERRETTI E SITO BELLAVISTA : IL 26 AUDIZIONE COMMISSIONE BENI CONFISCATI CAMORRA

DSCN4232Quello della gestione dei beni confiscati alla camorra è un tema ricorrente e centrale per i progressisti bacolesi .

Dopo la manifestazione del 14/12/2014 ( http://www.bacoli2punto0.it/villa-ferretti-presidio-fotografico-in-villa-comunale/ ) e diverse interrogazioni, ultima quella svolta nel consiglio comunale del 19/12/2014 ( http://www.bacoli2punto0.it/cosa-sara-di-villa-ferretti-pd-presenta-interrogazione/ ) il PD Bacoli ha chiesto una “convocazione straordinaria della Commissione regionale per i beni confiscati” per verificare coi fatti le dichiarazioni del Sindaco, al fine di “risolvere i motivi che hanno nuovamente portato alla sospensione dei lavori a Villa Ferretti” e “considerata la necessità di raggiungere un piano di gestione partecipato con le diverse forze politiche, civiche, sociali, produttive e che persegua la creazione di ricchezza sociale sul territorio e la creazione di nuovi posti di lavoro per i giovani” . Nella richiesta fatta il 04/12/2014 , i democratici inoltre chiedono che la Commissione “affronti la questione del sito confiscato in località Bellavista che benché nella disponibilità dell’Agenzia per i beni confiscati, il Comune non ha ancora acquisito al proprio patrimonio” .

convocazione commissione
convocazione commissione

E’ di queste ore l’avviso, inviato dal consigliere regionale Antonio Amato, che lunedì 26 gennaio si terrà un’audizione della Commissione per i beni confiscati, riunione cui dovrebbero partecipare anche Amministrazione e Capigruppo consiliari, riunione dedicata proprio ai temi posti dai democratici.

L’auspicio è che i continui solleciti arrivati dal PD e dal Centro-Sinistra in questi anni, possano concretizzarsi in un uso produttivo e sociale dei beni confiscati. Consapevoli che la camorra si vince anzitutto con la cultura della legalità ed un lavoro onesto per tutti.

FILE ALL’UFFICIO TRIBUTI : CARTELLE SCADUTE ? – FARE CHIAREZZA !

ufficio tributiQuesta Amministrazione aveva promesso di risollevare Bacoli . Invece l’ha affossata  .

Questa Amministrazione aveva promesso di combattere l’evasione fiscale . Invece , non l’ha fatto .

Questa Amministrazione aveva promesso di ridurre le tasse . Invece le ha aumentate .

Addirittura stanno arrivando esorbitanti cartelle esattoriali , risalenti al 2009 ,  i cui termini però sembrano scaduti . Il Centro-Sinistra farà chiarezza su questa vicenda , rivolgendosi alle associazioni dei consumatori , per tutelare i cittadini vessati dalla Destra che vuole far pagare il suo malgoverno a famiglie ed indigenti .

Eventi e luminarie non bastano per gettare fumo negli occhi dei cittadini che adesso sanno chi è Ermanno Schiano : il sindaco delle promesse e delle tasse ( http://www.bacoli2punto0.it/schiano-il-sindaco-delle-tasse/ ) .

Seguiranno aggiornamenti.

logo CambiAMO BacoliPartito Democratico di Bacoli

Sinistra Ecologia Libertà di Bacoli

Lista Civica Movimento Popolare