5 PROGETTI IN 5 ANNI

urbanisticaBacoli è tornata indietro di più di trent’anni. Siamo fermi in una situazione d’arretramento culturale, d’isolamento politico, d’immobilismo amministrativo dovuto a chi, fino ad oggi, ha governato la Città. L’ex sindaco Schiano voleva farci credere che la filiera istituzionale perfetta ci avrebbe reso più forti e ricchi. L’ex sindaco Della Ragione invece credeva di sopperire alla sua incompetenza governando con feste, concertini e dickat.

ambienteIl PD non insegue il salvatore di turno ma vuole costruire con cittadini, forze civiche, partiti un progetto politico d’alternativa – altro che “grandi coalizioni” ! – affinché Bacoli torni finalmente a programmare il proprio territorio su una scala più ampia, flegrea e campana.

municipioServono allora progetti seri, coerenti, sostenuti dai Comuni limitrofi e dalla Regione. Noi proponiamo alla #coalizioneCivica ( http://www.bacoli2punto0.it/punto-e-a-capo-una-coalizione-civica-per-bacoli/ ) cinque progetti fondamentali, uno per ogni anno della prossima consiliatura:

  • Urbanistica: riprendere le proposte del PD (indirizzi consiliari del 1999, conferenza dei servizi del 2007, modifiche alla legge 326/03) per varare i piani di risanamento urbano e per raggiungere un accordo di pianificazione con Soprintendenze e Regione così da superare i vincoli del Piano paesaggistico recuperando le opere abusive e sbloccando l’edilizia e l’economia ;
  • CIC: fermare questa liquidazione pasticciata evitando nuove “guerre fra bande” ed “assalti alla diligenza” della società attraverso un business plan che preveda di destinare Cinque Lenze e Quarantena a strutture ricettive leggere, di allestire sulle piste ciclabili aree gioco e punti di ristoro e noleggio di bici e canoe, di promuovere le peculiarità archeologiche e geotermiche delle Grotte dell’acqua, di creare nel complesso Vanvitelliano a polo flegreo della cultura, di valorizzare le aree agricole inutilizzate (con bandi mirati alla filiera corta ed alle aziende agricole di coltivazioni nostrane), di mettere a reddito le concessioni con bandi per chi assume sul territorio esigendo però garanzie solide per la futura riscossione dei fitti ;
  • Coste: puntare ai fondi Sviluppo Campania per rilanciare l’industria nautica (con priorità alla rioccupazione degli operai licenziati), per realizzare barriere frangiflutti (emendamenti alla legge finanziaria Campania 2015-6), per sostenere i concessionari che curano gli arenili 12 mesi all’anno ed assumono legalmente, per varare un PUA che riordini le concessioni (superando, ad esempio, l’assurdo della spiaggia “a macchia di leopardo” e garantendo ovunque l’accesso al mare ed il 20 % di spiaggia libera attrezzata ) ;
  • Ambiente: utilizzare i prossimi “grandi progetti” per realizzare una fogna separata in tutta Bacoli per evitare allagamenti e fuoriuscite di liquami e miasmi fecali, spostando gli impianti in aree non urbanizzate, e quindi programmare le bonifiche (cava Lubrano, campetti di tennis a Cuma, fondali del lago Fusaro) ;
  • Municipio: riorganizzare gli uffici in macro-aree funzionali e staff di professionisti (uno per seguire e recepire finanziamenti e progetti sovracomunali, uno per pianificare la smart city, uno per monitorare, senza commistioni, i rinnovi di concessioni o licenze), con una direzione manageriale (obiettivi certi in tempi certi), destinando risorse ai servizi ed alla polizia municipale (vedi piano decennale), attuando un’equa spending review che non pesi sui cittadini ma abbatta gli sprechi di comune e partecipate così da abbassare le tasse su famiglie ed imprenditori che assumono o de-localizzano sul territorio.

cicCinque progetti da sviluppare insieme ai cittadini durante questa campagna elettorale. Cinque progetti sulla cui attuazione convocheremo i cittadini, mese per mese, frazione per frazione, per giudicarci.

costeCinque progetti per tornare a parlare di proposte, di futuro, di politica. Per uscire dal baratro di un provincialismo e di una mediocrità che non ha risolto i problemi di Bacoli ma rischia di farla affossarla del tutto.