Archivi categoria: Sito di Bellavista

IL COMUNE ACQUISISCE IL BENE CONFISCATO DI BELLAVISTA

bene confiscato 1Infine approvata . Nella tarda notte di ieri , il Consiglio comunale ha deliberato “ la manifestazione dell’interesse all’acquisizione al patrimonio comunale ” dell’immobile in via Silio Italico , sequestrato nel 2004 a Salvatore Di Meo, allora braccio destro di Rosario Pariante .

Impacciata la linea del centro-destra che partito dalla critica alla sanabilità del bene abusivo , prima presentava un emendamento perché le eventuali spese di demolizione fossero a carico dell’Agenzia dei beni confiscati – emendamento respinto dalla maggioranza – poi s’asteneva nel voto finale. Del resto , costoro sono gli stessi che nel 2012 – allora al governo della città – affermavano “ di non essere interessato all’acquisizione del bene perché situato in un’area distante dal centro, non idoneo all’erogazione di servizi sociali e realizzato senza titoli di legge ”  .

bene confiscato 2Coerente invece il PD che rifacendosi al “ regolamento comunale sulla gestione dei beni confiscati ” – proposto proprio dai democratici nel consiglio comunale del 29/04/2014 , lo stesso in cui si discusse della questione portata alla ribalta dalle iniziative di SEL – ha reclamato che “ l’Amministrazione manifesti il proprio interesse all’Agenzia Nazionale ad acquisire tutti i beni confiscati o che saranno confiscati , in via definitiva, alla criminalità organizzativa nel nostro territorio ” .

antenne 4Certo non sono mancate da parte dei consiglieri democratici perplessità sul merito tecnico della proposta di Giunta: dai ritardi dell’Agenzia nazionale a quelli della burocrazia, dai dubbi su un’eventuale sanatoria alla fumosità della destinazione d’uso del bene che sarà definita – senza tempi o modalità certe – tramite un “ bando di idee ” . Ma nel dare il proprio voto favorevole , l’auspicio del PD è stato quello di fare chiarezza , di terminare il balletto delle responsabilità, di chiudere una fase ed aprirne una nuova, quella della gestione di tali beni, tra i quali spicca Villa Ferretti .

A notte tarda il PD votata si perchè la lotta alla camorra non ammette negazionismi , reticenze o sotterfugi tecnici .

VILLA FERRETTI E SITO BELLAVISTA : IL 26 AUDIZIONE COMMISSIONE BENI CONFISCATI CAMORRA

DSCN4232Quello della gestione dei beni confiscati alla camorra è un tema ricorrente e centrale per i progressisti bacolesi .

Dopo la manifestazione del 14/12/2014 ( http://www.bacoli2punto0.it/villa-ferretti-presidio-fotografico-in-villa-comunale/ ) e diverse interrogazioni, ultima quella svolta nel consiglio comunale del 19/12/2014 ( http://www.bacoli2punto0.it/cosa-sara-di-villa-ferretti-pd-presenta-interrogazione/ ) il PD Bacoli ha chiesto una “convocazione straordinaria della Commissione regionale per i beni confiscati” per verificare coi fatti le dichiarazioni del Sindaco, al fine di “risolvere i motivi che hanno nuovamente portato alla sospensione dei lavori a Villa Ferretti” e “considerata la necessità di raggiungere un piano di gestione partecipato con le diverse forze politiche, civiche, sociali, produttive e che persegua la creazione di ricchezza sociale sul territorio e la creazione di nuovi posti di lavoro per i giovani” . Nella richiesta fatta il 04/12/2014 , i democratici inoltre chiedono che la Commissione “affronti la questione del sito confiscato in località Bellavista che benché nella disponibilità dell’Agenzia per i beni confiscati, il Comune non ha ancora acquisito al proprio patrimonio” .

convocazione commissione
convocazione commissione

E’ di queste ore l’avviso, inviato dal consigliere regionale Antonio Amato, che lunedì 26 gennaio si terrà un’audizione della Commissione per i beni confiscati, riunione cui dovrebbero partecipare anche Amministrazione e Capigruppo consiliari, riunione dedicata proprio ai temi posti dai democratici.

L’auspicio è che i continui solleciti arrivati dal PD e dal Centro-Sinistra in questi anni, possano concretizzarsi in un uso produttivo e sociale dei beni confiscati. Consapevoli che la camorra si vince anzitutto con la cultura della legalità ed un lavoro onesto per tutti.

CAMORRA, BENI CONFISCATI : DOMENICA 14/12 IL CENTRO-SINISTRA IN PIAZZA

villa Ferretti

Villa Ferretti continua ad essere chiusa ed abbandonata. Il Comune continua a non acquisire l’altro bene confiscato in località Bellavista.

Al di là di slogan e false promesse, l’Amministrazione non ha idea di cosa fare di tali beni. Noi invece non abbiamo dubbi: i beni confiscati devono essere aperti ai cittadini e divenire luogo d’aggregazione ed occasione di lavoro.

Perché la camorra si vince con la cultura della legalità e con un lavoro onesto per tutti .

bene confiscato bellavista
bene confiscato Bellavista

DOMENICA 14 – ore 11VILLA di BACOLI

PRESIDIO su VILLA FERRETTI e SITO di BELLAVISTA

interviene PEPPE LUONGO , candidato sindaco del Centro-Sinistra

Movimento Popolare – PD Bacoli – SEL Bacoli

Agenzia Beni Confiscati al Comune : Urgente la sanatoria del fabbricato a Bellavista

nota ANBC, n. 7073 del 28/02/2014

Un altro passo nella lotta alla camorra attraverso i beni confiscati alla criminalità. Si tratta questa volta del “fabbricato abusivamente realizzato, sito in Bacoli, località Porche di Baia, via Silio Italico 4/A” poco prima della chiesa di Bellavista (altro bene confiscato) e sequestrato con decreto n. 260 del 2006 dal Tribunale di Napoli.

Un bene che paradossalmente l’Amministrazione di Bacoli aveva inizialmente rifiutato di acquisire, vantando scuse alquanto ridicole (come l’angustia o la lontananza del posto) ma sul quale è stata costretta a fare retromarcia grazie alla pressione delle forze del Centro-Sinistra e dell’opposizione che portavano la questione nel consiglio comunale del 29/04/2013 a conclusione del quale anche la silenziosa, la troppo silenziosa maggioranza di Centro-Destra votava per l’acquisizione del sito ed approvava il principio proposto dal PD che per il futuro ed una volta per sempre “l’Amministrazione Comunale di Bacoli manifesti sempre il proprio interesse all’Agenzia Nazionale ad acquisire tutti i beni confiscati o che saranno confiscati” . Continua a leggere