Archivi categoria: Trasporti

UN PIANO TRAFFICO FATTO CON LA DANZA DELLA PIOGGIA

traffico 1A giudicare dal meteo di questo inizio estate, quasi non ci sarebbe bisogno di un piano traffico … Non è un caso che molti adepti freebacolesi giurano di aver scorto il Sindaco in rituali danze della pioggia per propiziarsi acquazzoni tali da sconsigliare l’arrivo di pendolari ai fine settimana.

Col suo post quotidiano del 28 maggio, buona novella per sempre più scarsi “mi piace”, il Primo cittadino ha annunciato “in entrata, un presidio di agenti di PM staziona al bivio tra via Risorgimento e via Lungolago indirizzando il traffico solo a destra verso Miliscola. L’altra pattuglia fa capolino al bivio che da Punta Epitaffio indirizza verso Lucullo e via delle Terme Romane ” ed “ in uscita, una pattuglia stazionerà su via Risorgimento indirizzando i veicoli verso Baia e, una volta satura l’arteria, verso via Mozart. L’altra, alla rotonda di via Lungolago e Cappella, indirizzerà verso viale Olimpico le auto provenienti da Miliscola”. Tutto qui. Il Sindaco forse non si rende conto che questo non è un “piano traffico” ma l’ennesimo mix di provvedimenti tampone – quelli che aveva promesso di non adottare più – che non risolvono il problema e lasciano nell’anarchia altre frazioni, come Bellavista, Fusaro e Cuma, che sembrano neanche esistere per questa Amministrazione.

E magari qualcuno c’avrebbe anche creduto se non fossero intervenuti pochi giorni dopo i sindacati della Polizia Municipale che dichiarato lo stato d’agitazione, hanno clamorosamente “sbugiardato” il Sindaco asserendo che i loro colleghi, quelli di cui parlava nel suo post, in realtà si trovavano altrove e che non ne poteva “disporresenza uno straccio di ordine di servizio concertato col Comandante.

traffico 2Il problema non si risolve così, con facebook, con l’improvvisazione. Né porterà molti risultati gli stagionali o protocolli d’intesa coi limitrofi Comuni. La priorità non è tanto quella di regolare o controllare il traffico bensì di limitare l’accesso di auto a Bacoli, sviluppando una mobilità alternativa, investendo sui parcheggi d’interscambio ed il trasporto pubblico, informando i pendolari della raggiunta capienza dei parcheggi, tutte idee a suo tempo sviluppate dal PD ( http://www.bacoli2punto0.it/una-viabilita-oltre-il-traffico-estivo-le-proposte-del-pd-1-di-2/ ) , e che il Sindaco non ha perseguito o quando l’ha fatto, vedi il “pezzotto” del “Metrò del Mare” ( http://www.bacoli2punto0.it/altro-che-metro-del-mare-arriva-la-gestur/ ), gli hanno fruttato ben miseri risultati.

Ebbene, non appena si saranno esauriti i poteri magici dello sciamano con la fascia tricolore, Bacoli tornerà sotto l’assedio dell’estate durante la quale noi cittadini non potremo uscire di casa neanche per andare al pronto soccorso !

ALTRO CHE METRò DEL MARE : ARRIVA LA GESTUR !

gestur 1Sorprendente, stupendo, è la fine del mondo: a Bacoli tornano le “vie del mare”.

Quasi un’indiretta risposta all’interrogazione del PD alla quale l’assessore Marianna Illiano bazzicò una vaga relazione senza molti contenuti ( http://www.bacoli2punto0.it/bacoli-esclusa-dal-metro-del-mare/ ) , l’Amministrazione ha annunciato una settimana fa l’ennesimo scoop : dal 1° giugno al 30 settembre, la GESTUR effettuerà la linea marittima Marina Grande – Pozzuoli – Capri, linea già prevista dalla Regione ma rimasta inattiva durante gli ultimi anni. Costo del biglietto: 3 euro per Pozzuoli (solo andata), dieci volte tanto per Capri (però andata e ritorno).

gestur 4
Per raggiungere lo stesso posto ( Pozzuoli ) col Metrò del Mare , di questi biglietti, ce ne vogliono 6

Per l’esultanza del Sindaco che parla di “storica vittoria dopo lunghi anni d’oblio” , torna nella nostra città un surrogato di “Metrò del Mare” . Ma le cose stanno realmente così ? O sulla verità è prevalsa ancora una volta la propaganda ?

Realmentenessuno sapeva nulla” di questa linea come asserisce FreeBacoli ? Eppure ecco l’articolo tratto dallo stesso blog, correva l’anno 2010, in cui l’attuale Sindaco si complimentava con Schiano per aver portato la GESTUR a Bacoli. Allora però il consigliere indipendente ed il centro-destra andavano d’accordo http://www.freebacoli.net/2010/07/il-metro-del-mare-e-la-gestur-approdano-a-marina-grande-ecco-la-tabella-con-gli-orari-delle-corse.html ) .

Realmente i cittadini bacolesi saranno agevolati nei loro spostamenti ? Salvo i fortunati che quotidianamente si recheranno a Capri, quelli che più modestamente s’accontenteranno di Pozzuoli, pagheranno, andata e ritorno, 6 euro cioè quasi 6 volte il biglietto della Cumana ! Se doveva essere un risparmio per il cittadino, alla faccia del trasporto marittimo allora …

gestur 3Realmente il battello attraccherà a Marina Grande ? Nonostante i problemi d’attracco ? Nonostante gli ormeggi da ultimo promessi ai disoccupati ? A marzo, l’assessore Marianna Illiano la pensava diversamente quando, rispondendo al capogruppo PD, ammetteva “che a Marina Grande, oltre il problema degli ormeggi, che impediscono spostamenti, c’è anche quello relativo alla consistenza del molo” .

Realmente si tratta di un servizio pubblico – in tal caso non sarebbe stato opportuno un bando ? – o più semplicemente Regione e Comune hanno autorizzato l’attracco di una compagnia privata che da anni è attiva nel settore delle guide turistiche e che ha deciso un biglietto relativamente caro appunto per non andarci a perdere ?

gestur 2L’esperienza del 1995 insegna che le “vie del mare” erano qualcosa di più serio e che meritano da parte della nostra Amministrazione un maggiore impegno presso la Regione. La realtà, invece, continua a “smascherare” una “rivoluzione” che annaspa e che magari esiste solo nell’immaginazione, nell’ “isola che non c’è” degli irriducibili fans.

Insomma novelli Peter Pan che a breve dovranno vedersela con capitan Uncino …

OGGI PASSA LA CUMANA ?

CUMANAOggi passa la Cumana ? Questa la domanda di tutti i pendolari che ogni mattina vivono mille disagi per raggiungere i luoghi di studio e di lavoro.

cumana 2
Mario Casillo, capogruppo PD consiglio regionale

L’attuale Amministrazione non è riuscita finora a fare un “passo in avanti”, si è fermata alla cronaca degli incidenti ed ai selfie di riunioni ben poco risolutrici . Neanche i democratici , fermamente all’opposizione delle free carnevalate , possono ignorare le richieste dei cittadini di avere risposte ( http://www.bacoli2punto0.it/cumana-deraglia-un-treno-a-torregaveta-le-reazioni/ ) .

cumana 4
Vincenza Amato, consigliere regionale PD commissione trasporti

Appunto per dare ai cittadini notizie più precise ed avere impegni importanti da parte della Regione guidata da De Luca, il PD ha organizzato per sabato 2 aprile alle ore 10.30 nella sua sezione ( v. Gaetano De Rosa 78 ) un incontro con:

  • Umberto De Gregorio ( presidente EAV Campania ) ;
  • Luca Cascone ( presidente Commissione regionale trasporti ) ;
  • Vincenza Amato ( Commissione regionale trasporti ) ;
  • Mario Casillo ( capogruppo PD in consiglio regionale ) .
cumana 1
Umberto De Gregorio, presidente EAV

Quattro i punti salienti di questo evento, aperto ovviamente a tutti i cittadini ed alle loro domande, dedicato al trasporto pubblico locale, in particolare alla linea Cumana:

  • la mancanza di certezze (ritardi, sospensione corse, ecc) per i pendolari che hanno nella Cumana l’unico mezzo per raggiungere i luoghi di studio e di lavoro ;
  • la mancanza di sicurezza (incidenti, rapine, ecc) e degrado dei mezzi e delle stazioni ;
  • il servizio biglietti, sia dal punto di vista dei costi che dei punti vendita ( le biglietterie sono aperte solo in alcuni giorni ed in alcune fasce orarie );
  • i progetti futuri in particolare quelli per l’apertura della stazione di Baia, l’arretramento della stazione di Torregaveta, la chiusura dell’anello della Circumflegrea, il doppio binario .

CUMANA: DERAGLIA UN TRENO A TORREGAVETA – LE REAZIONI

cumanaPiù o meno ne siamo tutti al corrente.

Stamattina un treno ha deragliato presso la stazione Cumana di Torregaveta schiantandosi su un traliccio. Lievemente ferita una signora e linea sospesa per almeno una settimana.

cumana 2Questa è la cronaca. Dalla politica però i cittadini chiedono ben altro. Chiedono interventi concreti sia per quest’ultimo caso, cioè il rapido ripristino della tratta Torregaveta-Fusaro, sia a livello strutturale, affrontando il problema della sicurezza e più in generale, dell’efficienza del trasporto pubblico.

Ovviamente l’incidente non è imputabile all’Amministrazione – la società ha annunciato un’indagine interna – ma è anche vero che negli ultimi giorni, l’Amministrazione ha bombardato web e tv con strette di mano ad alti dirigenti dell’EAV e con sopralluoghi alle stazioni che in altri tempi, quando era consigliere d’opposizione, il nostro Sindaco avrebbe bollato d’infamia quali “passerelle politiche”. Se i disagi per pendolari e lavoratori non sono diminuiti – semmai aumentati – logica vuole che questi “incontri istituzionali”, infiocchettati con reciproci attestati d’amicizia ed inevitabili selfie, sono serviti a poco.

cumana 5Tuttavia ancora non s’intravede la strada della serietà. Si perpetuano invece le solite “parole al vento” come quelle dell’appena uscito comunicato congiunto di cui suggeriamo la lettura ( https://www.facebook.com/freebacoli/posts/1094036563992106 ) perché non dice assolutamente niente di nuovo al solito mantra.

cumana 4Anche le polemiche avanzano come quelle di alcuni esponenti della maggioranza che su facebook sentenziano “oggi chi chiede alla politica locale di fare i “fatti” è chi 20 anni fa ha avallato “fatti stupidi” che hanno inorridito ed imbruttito questo Paese come la chiusura dei passaggi a livello. Ricordo male?”. Si, ricorda male perché se si riferisce all’Amministrazione di Antonio Illiano – il cui ricordo fa “impallidire” quella attuale – il “progetto intermodale” che portò alla chiusura dei varchi, fu firmato nel 1989-1990 prima cioè del governo del Centro-sinistra che riuscì invece nel 2001 a far approvare dalla Regione l’arretramento della Cumana.

cumana 3E’ evidente come la “nuova politica” abbia imparato dalla vecchia, l’arte di scaricare su altri responsabilità che sono proprie. Tuttavia, di tal passo, Bacoli, di certo, non migliorerà a botta di vamos !

BACOLI ESCLUSA DAL METRò DEL MARE ?

Così sembra stando a quando dichiarato dalla Regione Campania in un comunicato del 25/01/2016  .

Con fondi regionali e del Ministero dei Beni Culturali, l’Amministrazione De Luca ha riattivato il “Metrò del Mare” che Caldoro aveva sospeso nel 2011-2. Il progetto, denominato “Cilento Blu”, prevede un’originale “sistema integrato di trasporto con la mobilità su ferro, per collegare le città del Centro-Nord Italia (Milano, Bologna, Firenze, Roma) con il Cilento, e con la mobilità via mare, mettendo in relazione la costiera cilentana con la città di Napoli e Salerno, la Costa Amalfitana e Capri”. Obiettivo ambizioso che sarà raggiunto attraverso “il prolungamento di treni ad alta velocità fino a Sapri ed al potenziamento dei treni regionali sulla tratta Salerno-Sapri” e la realizzazione di quattro linee marittime, attive per luglio-agosto 2016, cioè “Linea 1: Salerno, Agropoli, San Marco, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro, Camerota; Linea 2: Salerno, Agropoli, San Marco, Amalfi, Positano, Capri; Linea 3/A: Sapri, Camerota, Pisciotta, Casal Velino, Capri, Napoli; Linea 3/B: Sapri, Palinuro, Acciaroli, San Marco, Capri, Napoli” .

Ebbene, mentre stanno per partire le gare per le compagnie ferroviarie e marittime, quello che emerge finora è come la nostra Città sia stata letteralmente “tagliata fuori” dalle nuove tratte nonostante sia in campagna elettorale sia nelle sue relazioni con i comuni flegrei, la nuova Amministrazione si sia spesa molto sulla mobilità alternativa via mare.

metro 2E’ inutile negare il dubbio che l’attuale Amministrazione non si sia mossa a tempo o con la necessaria forza perché il nostro Comune fosse raggiunto dalle navette del “Metrò del Mare”. Una domanda che i consiglieri PD porranno nel prossimo consiglio comunale, in quanto stamattina hanno presentato un’interrogazione per chiedere spiegazioni al Sindaco e “quali iniziative adesso voglia intraprendere perché la Città non ne resti esclusa”.

Perché se Bacoli fosse del tutto esclusa dal “Metrò del Mare”, magari perché distratti da carnevalate varie, sarebbe ben più di uno “smacco” per l’attuale maggioranza. Sarebbe una vera e propria iattura per tutti i cittadini che perderebbero un’altra occasione di sviluppo turistico per il loro territorio.