CELEBRATO IL IV CONGRESSO DEL PD BACOLI

Si è celebrato il IV congresso dei democratici bacolesi. Come da programma sabato 11 novembre s’è aperta l’assemblea col dibattito tra i candidati a segretario di circolo e delegato al congresso provinciale.

Al dibattito congressuale, presenti militanti storici e giovani attivisti, è intervenuto il sindaco di Bacoli che ha sottolineato l’importanza della cultura democratica a baluardo dei valori costituzionali del nostro paese, e rimarcato le sfide amministrative cui il PD è chiamato a dare un contributo primario di responsabilità ed impegno nelle istituzioni e sul territorio. All’assemblea presente anche il segretario di Democrazia Civica Per Bacoli, forza alleata ed amica, che ha espresso l’augurio di un felice congresso a tutti i democratici. Al sindaco ed al segretario sono andati i ringraziamenti dell’intero congresso felice del loro intervento.

Lo scontro napoletano ha inevitabilmente influito sull’illustrazione delle mozioni congressuali che però si è tenuta nell’ambito di un’accesa ma rispettosa dialettica. Un esempio che dai territori si pone all’attenzione di una Napoli dilaniata da polemiche che speriamo in queste ore trovino soluzione: prendete esempio dai Circoli, come quello locale, in cui c’è dibattito ma poi si riesce a trovare una sintesi, una sintesi viva perché ragionata, una sintesi che i fatti dimostrano vincente !

Senza nascondere criticità da correggere e punti da migliorare, ricordati gli ultimi anni che hanno portato il PD dalla sconfitta del 2015 alla vittoria del 2017, la discussione sulla segreteria locale si è soffermata su due appuntamenti “con la storia”: le politiche del 2018 in cui l’affermazione del PD servirà anche a rafforzare la compagine locale, e le comunali del 2022 alle quali il PD dovrà lanciare una nuova classe dirigente di centro-sinistra, cioè quei giovani che forgiatisi durante le ultime campagne elettorali, adesso, e meritatamente, sono stati eletti nel nuovo direttivo della sezione. Appuntamenti cui arrivare approfondendo il lavoro del Partito di questi anni e concentrarlo principalmente su tre fronti: quello istituzionale, appoggiando lealmente ed attivamente l’attuale amministrazione nell’attuare i “5 punti in 5 anni” ( http://www.bacoli2punto0.it/5-progetti-in-5-anni/ ) attraverso il lavoro del gruppo consiliare da valorizzare e coordinare ; quello locale, rafforzando il rapporto tra eletti ed elettori, tra politica e territorio, attraverso l’informazione ed iniziative aperte ai cittadini perché si sentano partecipi e responsabili, attraverso i partiti, della vita pubblica; quello sovracomunale, riannodando i legami con l’area flegrea e napoletana per costruire una nuova “filiera”, una filiera democratica per il buongoverno dei territori.

Dalle votazioni, tenutesi domenica 12 novembre, sono emersi i seguenti risultati:

Segreteria Provinciale :

  • Votanti: 147 su 199 iscritti ;
  • Schede Bianche: 1 ;
  • Mozione M. Costa, delegata O. Schiano Lo Moriello : 132 voti ;
  • Mozione T. Ederoclite, delegato A. Di Bernardo : 5 voti ;
  • Mozione N. Oddati, delegata L. Scotto di Vetta : 9 voti ;

Segretaria Circolo:

  • Votanti: 153 su 199 iscritti ;
  • Schede Bianche: 1 ;
  • Schede Nulle: 1 ;
  • Mozione M. Amirante: 151 voti .

Buon lavoro allora al PD, tanto a Bacoli quanto a Napoli, con la consapevolezza che il PD, il tanto criticato PD, resta comunque l’unica forza che possa tenere Bacoli e l’Italia al riparo dei devastanti venti del populismo e del malgoverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *